sabato 19 gennaio 2008

18 gennaio 2008



Poesie / Sandro Penna ; prefazione di Cesare Garboli. - 7. ed. - Milano : Garzanti, 2000. - 473 p. - (Gli elefanti. Poesia). - ISBN: 8811669375


Io vivere vorrei addormentato
entro il dolce rumore della vita

3 commenti:

pbeneforti ha detto...

18 o 19?
(anch'io ho quell'elefante lì - edizione, boh, '85, ma immagino sia uguaglio)
una delle immagini che mi restano in mente è lo "svegliarsi su un treno in corsa".

mastrangelina ha detto...

è 18 gennaio... postato il 19 ma in realtà c'è una spiegazione. Io ero arrivata lì e mi era piaciuta molto, ora sono andata avanti e mi sa che più in là riscriverò qualcosa..

non so se ti riferivi a questo "ricordarsi di un risveglio triste in un treno all'alba", perché effettivamente è immagine molto molto bella.. ma il treno è suggestivo per Penna perché ricorre spessissimo, insieme al sole, al caldo, alla luce.. e forse è anche il motivo per cui sta piacendo molto a me.

ciao (f.)

pbeneforti ha detto...

sì, il riferimento era quello; nella mia memoria si era un po' modificato. :)
una delle numerose immagine di precarietà, incertezza, vagolamento nei versi di SP